Timex Marathon GPS: orologio sportivo con GPS a basso costo

Avere al polso un orologio con il GPS quando si corre  è una grande comodità. Quando si è alle prime armi è particolarmente utile, perché sentire il passo non è semplice. Mantenerlo costante poi,  anche alla fine dell’allenamento quando la fatica comincia farsi sentire, è ancora più difficile.

Il problema è che gli orologi con il GPS sono costosi. Ma ce ne sono alcuni che vengono venduti a un prezzo accessibile, come il nuovo Timex Marathon GPS. Cerchiamo di capire che cosa fa e cosa no e per chi può essere utile.

Le informazioni che Timex Marathon GPS mostra e registra, affinché a fine allenamento si possano analizzare, sono:

  • la velocità, mostrata come passo in minuti al km
  • la velocità in km orari (anche miglia al km )
  • il tempo di esercizio
  • data
  • ora

I dati essenziali, per la buona riuscita di un allenamento, ci sono tutte in questo orologio GPS. Ce ne sono altre che nel Timex Marathon  mancano però, e  che potrebbero essere utili quando si vogliono eseguire allenamenti frazionati, come il conto alla rovescia e il timer a intervalli.  Sono quelli che, in modelli più costosi, permettono di impostare tempo di lavoro e tempo di recupero e ripetere il ciclo fino alla conclusione dell’allenamento.

In un buon orologio per runner e maratoneti, non poteva mancare l’auto-split, per visualizzare e memorizzare i passaggi.

Tutti i runner sanno che fatica quando si deve prendere il parziale, si corre in inverno dopo il lavoro,e il lampione è lontano. Assai utile è, quindi, la presenza della retrolluminazione Indiglo Night Life. Brevetto che tutti quelli che hanno messo al polso un orologio sportivo Timex conoscono bene.

Timex indica l’orologio Marathon GPS come resistente all’acqua fino a 30 metri. Ciò significa che non ci saranno problemi se ci si imbatte in un acquazzone a 10km da casa. Non è dato come orologio per il nuoto. La pressione esercitata durante la bracciata o in un tuffo potrebbe far entrare acqua nell’orologio.

La batteria ha un’autonomia di 8 ore. Per massimizzarne la durata, è meglio attivare la ricezione GPS solo quando si inizia l’allenamento o appena prima del riscaldamento il giorno della gara.

Come avete potuto notare, l’orologio non rileva la frequenza  cardiaca e non è compatibile con la fascia o il sensore footpod. Ha uno spessore di 18 mm e pesa 52 grammi. Non male, per un orologio con GPS integrato. Timex Marathon GPS è stato sviluppato per la corsa.  Anche se nulla vieta di usarlo in bici, montandolo su uno di quei supporti che servono per fissare l’orologio al manubrio. Questi, si possono reperire per pochi euro e la stessa Timex ne offre una. Come accessorio opzionale, però.

Foto profilo autore Luca Negri
Autore: Luca Negri
Kayaker, maratoneta e sviluppatore per il web.
Ultima modifica il 31/05/2015 alle 16:05

Articoli correlati

Lascia un commento