Brooks Pure Project: Connect, Flow, Cadence e Grit

Nel maggio di quest’anno Brooks ha lanciato una nuova linea di scarpe running sotto il nome di Pure Project. Ne fanno parte quattro modelli leggeri che favoriscono il movimento naturale, con una capacità di ammortizzare gli impatti piuttosto limitata e una grande flessibilità. Sono Pure Connect, Flow, Cadence e Grit

Questo non significa che Brooks rinneghi scarpe running come la Glycerin o la Adrenaline GTS, ma sembra che non voglia farsi provare impreparata quando la curiosità dei runner verso questi modelli che favoriscono un movimento più naturale aumenterà ancora.

Le principali caratteristiche delle scarpe Books Pure sono:

  • (Ideal Heel) Un tallone ridotto ai minimi termini che forza il corridore a correre sulle punte, andando a sollecitare maggiormente la muscolatura e a sfruttare le capacità ammortizzanti dell’arco plantare;
  • (Toe Flex) Un’intersuola splittata davanti, che va anche lei a sollecitare muscolatura in misura maggiore e a migliorare la propriocettività;
  • (Anatomical Shape) La forma delle Brooks Pure è studiata perché  si adattino al meglio al piede del corridore.
  • (Nav Band) E’ una banda elastica che collega intersuola e sistema di allacciatura al centro della scarpa.
  • (BioMoGo Midsole) L’intersuola è in gomma BioMoGo, che ha la particolarità di degradare più rapidamente una volta che queste scarpe sono state interrate in discarica. Al loro interno, c’è il sistema ammortizzante DNA e il drop è di soli 4 mm. Va detto che le capacità ammortizzanti sono ben al di sotto di una scarpa running tradizionale A3 o A4. Notevole è anche la differenza rispetto al dislivello tra tallone e avampiede di 12 mm delle comuni scarpe per il running.

Brooks Pure Cadence

La Brooks Pure Cadence ha, al suo interno, un lieve inserto antipronazione PDRB (Internal Progressive Diagonal Rollbar) che guida un po’ il piede nel movimento.

Brooks Pure Cadence
Brooks Pure Cadence

Brooks Pure Connect

Le scarpe running Brooks Pure Connect è la più leggera e flessibile della linea, la più minimale e il minimo indispensabile tra piede e terreno. Runner’s World l’ha premiata come miglior debuttante nella sua guida invernale del 2012.

Brooks Pure Connect
Brooks Pure Connect

Brooks Pure Flow

Anche le Brooks Pure Flow sposano la filosofia del progetto, ma aggiungono un filo di ammortizzazione in più, per chi vuole sentire il piede libero, ma vuole un po’ più di comfort. Per Runner’s World e la “Best Buy” della guida primaverile.

Brooks Pure Flow
Brooks Pure Flow

Brooks Pure Grit

Infine c’è la Brooks Pure Grit che è quella da trail running. Ha un’intersuola monoblocco  e una suola più artigliata per dare il giusto grip. A mantenere il piede nella corretta posizione, pensano una tomaia ultraleggera con memory foam.

Brooks Pure Grit
Brooks Pure Grit

 

Compra on-line le scarpe running Brooks

Foto profilo autore Luca Negri
Autore: Luca Negri
Kayaker, maratoneta e sviluppatore per il web.
Ultima modifica il 22/09/2013 alle 17:12

Articoli correlati

Lascia un commento