Garmin Pay, cos’è e come funziona

Garmin Pay - Vivoactive 3Garmin Pay è una soluzione studiata da Garmin per trasformare gli smartwatch e gli activity tracker da lui prodotti in dispositivi utilizzabili per effettuare dei pagamenti.

Il sistema è lo stesso utilizzato per gli smartphone dotati di tecnologia NFC — Near Field Communication o comunicazione di prossimità — o con le carte di credito contactless. E’ sufficiente avvicinare l’orologio ad un pos abilitato per pagare un acquisto di importo limitato. Attualmente, l’unico dispositivo compatibile con questa tecnologia è il Vivoactive 3.

La comodità sta nell’avere un portafogli virtuale integrato nell’orologio che teniamo al polso per monitorare i parametri durante l’allenamento. Non serve avere con sé lo smartphone.

Garmin Pay va, però, prima predisposto all’uso, per comprensibili questioni di sicurezza. In fase di configurazione del sistema di pagamento Garmin Pay, occorre accedere al proprio profilo Garmin mediante l’applicazione per smartphone e tablet, virtualizzare una o più carte di credito, associare un dispositivo Garmin compatibile e ,infine, impostare un passcode.

Il passcode andrà inserito ogni ventiquattro ore per abilitare i pagamenti contactless con quello smartwatch. Se si slaccia il cinturino, si dovrà reinserire il codice per sbloccare i pagamenti contactless con quel dispositivo. Se, quest’ultimo, registra periodi prolungati di inattività, chiederà nuovamente il codice per abilitare i pagamenti.

In caso di furto o smarrimento del Vivoactive 3, o del dispositivo con sistema Garmin Pay configurato,  sarà proprio questo codice di sicurezza a evitare che chi ne viene in possesso possa fare acquisti al posto nostro.

Foto profilo autore Luca Negri
Autore: Luca Negri
Kayaker, maratoneta e sviluppatore per il web.
Ultima modifica il 30/10/2017 alle 20:10

Lascia un commento