Garmin Pay, cos’è e come funziona

Garmin Pay - Vivoactive 3Garmin Pay è una soluzione studiata da Garmin per trasformare gli smartwatch e gli activity tracker da lui prodotti in dispositivi utilizzabili per effettuare dei pagamenti.

Il sistema è lo stesso utilizzato per gli smartphone dotati di tecnologia NFC — Near Field Communication o comunicazione di prossimità — o con le carte di credito contactless. E’ sufficiente avvicinare l’orologio ad un pos abilitato per pagare un acquisto di importo limitato. Attualmente, l’unico dispositivo compatibile con questa tecnologia è il Vivoactive 3. Continua a leggere… “Garmin Pay, cos’è e come funziona”

Garmin Approach S60, nuovo GPS per il golf

Già nel 2013 Garmin si avvicinava al mondo dei golfisti con Garmin Approach S4 che, con 30000 mappe di campi da golf precaricate, si dimostrava un ottimo aiuto quando si trattava di calcolare il fretta le distanze. Come è successo per gli orologi con GPS Garmin destinati a qualsiasi tipo di disciplina sportiva, anche quelli per il golf si sono evoluti parecchio.

La cosa è evidente al primo sguardo. Garmin Approach® 60 è, infatti, dotato di un display touch a colori a 1,2″ che rende molto più agevole la lettura del campo. Identificare l’acqua o lo sabbia dei bunker è un attimo, essendo anche le mappe dei campi tutte a colori. Continua a leggere… “Garmin Approach S60, nuovo GPS per il golf”

miCoach Smart Run: il primo GPS Adidas

miCoach Smart Run, orologio GPS AdidasCon miCoach Smart Run, anche Adidas ha il suo orologio con GPS integrato. Smart non nel senso di smart watch, cioè con connessione allo smartphone, ma nel senso di smart training. Funziona infatti come un coach, avvisandoti con una vibrazione o con dei messaggi vocali, se indossi un paio di cuffie Bluetooth e se non sei all’intensità giusta. Che tu trovi in gara o stia svolgendo un allenamento precaricato nel dispositivo.

Il miCoach Smart Run va inizialmente connesso a un PC per accedere al servizio web miCoach di Adidas per l’attivazione e un’iniziale sincronizzazione dei dati. E’ dotato di connettività Wireless, mediante la quale scaricherà automaticamente gli allenamenti effettuati Funziona anche come lettore mp3 e la musica va caricata servendosi di un cavetto USB. La tecnologia Bluetooth 4.0 serve per ascoltare la musica caricata e i messaggi vocali attraverso un paio di cuffie stereo wireless. Continua a leggere… “miCoach Smart Run: il primo GPS Adidas”

New Balance 576

New Balance 576 made in UKLe New Balance 576  sono scarpe running storiche. Tutti le riconoscono quando le vedono, perché sono ancora vendutissime come scarpe running classiche, nonostante il loro lancio si avvenuto nel lontano 1988. All’epoca erano studiate per consentire ai runner di affrontare lunghi chilometraggi in sicurezza. Oggi, sono apprezzate per l’incredibile comodità e la qualità dei materiali. Rientrano fra i modelli che New Balance continua a produrre nei suoi stabilimenti situati negli Stati Uniti o in Gran Bretagna. A questo è dovuta l’etichetta con la rispettiva bandiera apposta sull’etichetta. Continua a leggere… “New Balance 576”

New Balance, un po’ di storia

L’azienda nasce nei primi anni del ‘900 e si occupa prevalentemente della produzione di plantari e scarpe ortopediche, prestando un’attenzione particolare a chi svolgeva mansioni pesanti. Negli anni ’50 i primi atleti iniziarono a chiedere a New Balance di realizzare loro delle scarpe su misura.
Nel 1960 i prodotti per l’atletica erano la priorità per l’azienda che, a metà degli anni ’70 si era già fatta un nome a livello mondiale e la rivista Runner’s World premiò la sua New Balance 320. Continua a leggere… “New Balance, un po’ di storia”

Asics Gel Nimbus 20

E’ arrivato il momento dell’edizione del ventennale della Nimbus, l’ammiraglia di casa Asics sarà disponibile da dicembre 2017. Asics GEL Nimbus 20, come ogni anno, introduce piccoli miglioramenti e introduce via via le nuove tecnologie uscite dal laboratorio di Kobe, senza mai stravolgere la natura della scarpa: quella di scarpa super ammortizzata, adatta a chi fa tanti chilometri oppure è un corridore pesante. Dalle anticipazioni del blog di Running Warehouse, sappiamo che la nuova Nimbus ripresenterà l’intersuola in FlyteFoam e introdurrà qualche piccola variazione nella tomaia. Le maglie del tessuto stretch si faranno più ampie. Gli inserti sintetici di supporto e le posizione dei passalacci varierano leggermente. L’intento è quello di mantenere su livelli elevatissimi il comfort di una scarpa da sempre eccezionale sotto questo punto di vista. L’enorme quantità di Gel siliconico che riempe i cuscinetti inseriti nell’intersuola e una solida conchiglia di contenimento del tallone riescono a conciliare un’ammortizzazione soffice con la dovuta stabilità.

Il drop di intersuola varia a seconda del genere a cui la scarpa running è rivolta: il dislivello tra tallone e avampiede è di 10mm per il modello maschile e pari a 13mm per quello destinato alle runner.

Asics FlyteFoam

Asics FlyteFoam è una tecnologia utilizzata dall’azienda per rendere le sue scarpe per il running sempre più leggere e ammortizzate. Secondo i dati forniti dal produttore il peso si riduce del 55% rispetto al materiale di riferimento del settore, che è la comune gomma EVA. Naturalmente, Asics non è l’unica a utilizzare mescole più avanzate. Ogni brand sviluppa le proprie, che vengono prima utilizzate solo nelle costose top di gamma, per poi diventare alla portata di tutti quando diventano il materiale delle intersuole di scarpe di fascia media e, infine, entry-level. Tra le più interessanti concorrenti della FlyteFoam, troviamo la tecnologie u4ic — si legge euphoric — Mizuno e Boost di Adidas. Tornando ad Asics FlyteFoam, è opportuno considerare come leggerezza e ammortizzazione non sono gli unici aspetti che l’azienda ha voluto incrementare. Gli ingegneri del laboratorio di Kobe hanno ricercato una maggiore resilienza, ovvero una migliore capacità del materiale di ritornare allo stato precedente alla compressione dovuta al peso del runner nella fase di appoggio.

Abbigliamento running Nike: giacche tecniche invernali

Giacca tecnica running NIke Shield MaxDato che Natale si avvicina e l’inverno è arrivato, questa volta per davvero, ho pensato di dare un’occhiata a qualche prodotto Nike perfetto per mettere i runner al riparo dal freddo. A catturare la mia attenzione sono stati, questa volta, due giubbotti tecnici: Nike Aeroloft Hybrid  e Nike Shield Flash Max.

Il primo giubbotto Nike per running, Aeroloft Hybrid, è imbottito con piumino d’oca dove è necessario, lasciando spazio alla lana Dri-FIT nelle aree in cui la libertà di movimento deve essere massima. Essendo un capo tecnico specifico per il running, la traspirazione è assicurata. Non si corre il rischio, quindi, di sentire quella sgradevole sensazione che dà il sudore che si raffredda al contatto con la pelle. Continua a leggere… “Abbigliamento running Nike: giacche tecniche invernali”

Nike Flash: scarpe running ad alta visibilità

Scarpe running Nike Flash LunarglideTutti i runner sanno di quanto siano importanti, per la loro sicurezza, quelle piccole striscette riflettenti piazzate ad hoc un po’ dappertutto sui loro capi tecnici. E’ il motivo per cui Nike ha introdotto una nuova linea di scarpe per il running ad alta visibilità.

Nike ha dotato alcuni dei modelli più apprezzati di una tomaia con una capacità di riflettere i fasci di luce, provenienti dai veicoli in transito, molto superiore di quanto non fosse per le rispettive versioni standard. Continua a leggere… “Nike Flash: scarpe running ad alta visibilità”

Polar V800, orologio con GPS e activity tracker

Polar V800, orologio GPS con activity trackerAl CES 2014 Polar ha presentato il suo nuovo orologio con GPS di fascia alta. E’ pensato per le discipline multisport e può essere quindi usato da triatleti, runner e nuotatori.

Non è un prodotto economico Polar V800, ma è in grado di registrare 15 ore di allenamento continuato e, quindi, può essere indossato anche per portare a termine una gara di Ironman.

Tra le principali novità, c’è il fatto che sia in grado di funzionare come activity tracker e registrare l’attività fisica che si compie anche quando non ci si sta allenando. Ha le stesse funzionalità, quindi, di un braccialetto Polar Loop. Solo che il Polar V80o dispone anche di quelle di cardiofrequenzimetro e GPS. Continua a leggere… “Polar V800, orologio con GPS e activity tracker”